Sono andato a Marzamemi e sono rimasto… “incantato”

1

Marzamemi      (La storia)

imagesMarzamemi è una frazione marinara. Una parte è del comune di Pachino  (Sr),  da cui  dista  3 km  e una  seconda parte   è  del comune di Noto (Sr),   da cui dista 20 km.  L’origine del nome di Marzamemi  è  controversa: secondo alcuni    deriverebbe dalle parole arabe “mazza” che significa porto e “memi” che significa piccolo.  Secondo il glottologo netino Corrado Avolio, invece,  il toponimo deriverebbe dall’arabo “marsa’ al hamam”, cioè Baia delle tortore,     per l’abbondante passaggio di questi uccelli in primavera.        Il borgo è nato attorno all’approdo,   poi divenuto porto da pesca   e  si  è  sviluppato  grazie a quest’ultima attività  molto praticata ancora oggi,   dotandosi anche di una tonnara,   tra le più importanti della Sicilia.      La tonnara di Marzamemi risale al tempo della dominazione degli arabi in Sicilia.      Nel 1630 venne venduta dal proprietario al principe di Villadorata che potenziò i fabbricati della tonnara,   portando da Avola e Siracusa degli abili carpentieri che rimasero residenti a Marzamemi.
Nel 1752 costruirono il palazzo,   la chiesa della tonnara  e  le casette dei marinai.         Nel 1912 fu costruito a Marzamemi  uno stabilimento di lavorazione del tonno salato   e  in seguito  del tonno sott’olio.   La pesca della tonnara fu abbondante fino al dopoguerra.
In passato dal porto di Marzamemi partivano navi che trasportavano grandi quantità di vino, prodotto localmen te, verso i diversi porti della penisola.      Ulteriore fonte di sviluppo è la pesca e la lavorazione dei prodotti ittici. Marzamemi vanta una bella spiaggia ed uno splendido mare.       Negli ultimi anni ha puntato sul turismo, che in estate porta un aumento notevole della popolazione,  grazie anche agli insediamenti residenziali sorti nei pressi del borgo antico.        Nel 1993 il borgo è stato utilizzato come location dal regista Gabriele Salvatores per il film “SUD” e dal 2000, Marzamemi ospita il festival del cinema di frontiera.
Io trovo che il suo mare incontaminato e limpido sia una risorsa da conoscere e da apprezzare, vi consiglio di passare da quei luoghi, ma mi raccomando, manteniamoli puliti!

Prodotti tipici di Marzamemi:

  • Bottarga di tonno rosso;
  • Ventresca di tonno rosso;
  • Pomodorino secco di Pachino;
  • Pesce spada affumicato;
  • Meloni Gialli a rete;
  • Meloni Cantalupo;
  • Soppizzata di tonno;
  • Ciliegino di Pachino;
  • Granite di Mandorla;
  • Crispelle di San Martino.

 

MARZAMEMI  IN  POESIA

A sud di Siracusa
e della Sicilia agli estremi,
trovasi la cittadina di Marzamemi
che insistendo nel territorio di Pachino,
è conosciuta in tutto il mondo per il suo ciliegino.

Il suo mare limpido e cristallino
invita a farsi il bagno ogni mattino,
ed è così trasparente,
da richiamare tanta gente.

Le sue case basse ed arabeggianti,
sono una meraviglia per i villeggianti,
le sue strade strette e impolverate
si popolano di sera per lunghe passeggiate.

Si trovano gelati e granite,
frutto di grande fantasia
e nella via principale, ogni tipo di mercanzia.
Senti  nell’ aria gli odori più svariati,
che fanno inebriare “schetti e maritati”.

Di notte quando tutto tace,
il borgo di Marzamemi ritrova la sua pace!

marzamemi_luce
Giuffrida Antonino (uomo di cultura sensibilità ed arte)

Condividi l'articolo.

1 commento

Scrivi un commento