La bellezza della notte

0

a cura di: Francesco S.

La notte comincia con il chiarore di una bellissima luna attorniata da milioni di lucenti e splendide stelle. Le varie costellazioni, che a volte assumono svariate e fantasiose forme geometriche di rara bellezza, delle quali solo a scuola ne sentivamo parlare, offrono un profondo e fantastico spettacolo. Riferimenti astronomici che appena conoscevamo, Orione, Orsa maggiore, Orsa minore, Andromeda, ognuno delle quali specialmente per i popoli orientali, raccontano e sono stupende storie immaginarie che con le loro forme assumono in cielo, rappresentano tante bellissime favole. Io guardavo le stelle ma in ognuna di esse vedevo solo te, non c’era qualcosa di preciso che mi indicasse chi eri, vedevo in ognuna di loro il tuo sguardo, ora i tuoi occhi, ora le tue labbra, e tutto questo mi faceva sognare una realtà che quasi mi apparteneva, ma che era legata solo alla mia fantasia, dove il silenzio dei nostri respiri mi ricordava alcune notti realmente vissute così, dove la tua reale presenza dava corpo al sogno più bello che io potessi desiderare di vivere. I miei respiri erano i tuoi respiri, i miei pensieri, i miei baci, le mie carezze, come fossero anche tue. Ti amo ma non sei una stella, o vivi in una irraggiungibile costellazione, tu sei la realtà più bella e più dolce che io abbia mai incontrata perchè esisti ma vivi la tua dimensione d’amore, in un era diversa dalla mia e ami un’altra persona di un’età differente. Ti amo e ti voglio bene nello spazio dei miei bellissimi sogni e questa è la bellezza che ti concede la notte, dove con poco, riesci a vedere quella realtà che non ti appartiene, ma che ti da tante inesauribili e continue emozioni, in esse tu sei la luna con la tua storia, con il tuo bellissimo volto con il quale di vita alla splendida favola che rappresenta la bellezza dell’amore, tu esisti non sei solo un mio sogno, per questo ti amo tanto.

Condividi l'articolo.

Scrivi un commento